Vogliono mettere a tacere i giornalisti che non supportano l'invasione

Vogliono mettere a tacere i giornalisti che non supportano l’invasione

L’immigrazione deve essere affrontata e riferita alla stampa in conformità con i dettami e le regole di politically correct. Negli ultimi giorni, è stato segnalato Verità, Chi è citato Il Comunicato stampa ufficialeIn effetti, un protocollo d’intesa è stato firmato a Roma, presso la sede del Consiglio Nazionale del Sindacato della Stampa, dal presidente del Cnog Carlo Verna, Dal direttore di UNAR Triantafillos Loukarelis E il presidente dell’associazione Roma Card Valerio Cataldi, che mira a “Cooperare a livello nazionale e internazionale nelle attività di formazione reciproca per aggiornare e arricchire la preparazione professionale dei membri del Sindacato della Stampa e degli operatori di telecomunicazioni, all’avanguardia del razzismo, della xenofobia e della discriminazione.“.

La nuova stagione che ci aspetta dopo l’epidemia, spiegano i promotori dell’iniziativa, sarà una sfida per tutti “.Convinto che la cura della salute e l’accuratezza delle informazioni portano a una ripartizione lenta di pregiudizi, generalizzazioni e discriminazioneDi conseguenza, giornalisti, esperti di informazione e rappresentanti delle principali organizzazioni nazionali e internazionali saranno in grado di “Partecipazione a studi, studi, iniziative di ricerca congiunte, corsi e seminari organizzati congiuntamente da Cnog, UNAR e Carta di RomaSottolineano le riunioni di studio “Possono promuovere lo sviluppo di analisi, relazioni e idee su argomenti specifici di comune interesse“.

Il sospetto è che questo protocollo sia un filo conduttore, nell’eufemismo, tenendo conto del background politico ideologico dell’Associazione Carta de Roma. Fondata nel dicembre 2011 perImplementazione del protocollo etico per la corretta informazione in materia di immigrazione“È stato firmato dal Consiglio Nazionale del Press Syndicate (Cnog) e dalla Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI) nel giugno 2008, la partnership che”Funziona per diventare un riferimento stabile per tutti coloro che lavorano quotidianamente su questioni inerenti alla charter, giornalisti e operatori dell’informazione in primo luogo“, cooperato Con lo studioso delle associazioni di sinistra e pro-migrazione: Arci, Associazione 21 luglio, Asgi – Associazione per gli studi legali sull’immigrazione, Articolo 21, Centro Astalli, Italiano italiano per i rifugiati, Redattore sociale.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Dopo tutto, la Rome Charter Society si afferma di ricevere il supporto Animale domesticoFondamenti di una società aperta, L’organizzazione benefica fondata dal finanziere e dallo speculatore George SorosUno dei donatori più importanti del Partito Democratico Americano, oppositore politico e acerrimo nemico della sovranità in tutto il mondo. In breve, non ci possono essere più “sostenitori” di così su una questione complessa e delicata come l’immigrazione. Quindi se questi sono i luoghi e i corpi coinvolti, cosa intendiamo quando parliamo di “correttezza” e “accuratezza” delle informazioni? Non hai bisogno di un investigatore per scoprire quanto segue: Segui le regole imposte dall’ideologia politicamente corretta e prevalente che impone la sua visione “infinita” del mondo e vede la migrazione di massa come una cosa buona e giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *