Deltagroup 5-2020/6-2021

Per tornare a scuola, aumentare l’insegnante o restituire DAD [INTERVISTA]

Il Rientro a scuola a settembreVero puzzle. Ci sono molte varianti Ci sono molti dubbi e incertezze. Ma secondo il Ministero della Pubblica Istruzione, una cosa è certa: A settembre torneremo in classe. Consenti curva epidemiologica.

In questa calda estate, vengono determinati giorni e settimane Istruzioni per un ritorno sicuro, Sono Posti singoli, sono Doppi incantesimi E il Bandire.

Da un lato, la direzione deve affrontare qualcosa di nuovo, non facile da gestire.

ICOTEA_19_ articolo all'interno dell'articolo

D’altra parte, ci sono indicatori che non sono ancora chiari, “scaricabili” pieni di responsabilità, “tagliati” tra Roma alle autorità locali, passando dichiarazioni o proposte che non avranno grandi reazioni pratiche.

Quindi ci sono: tempo. Ho perso moltoSecondo molti.
Molto poco è disponibile per la restituzioneSecondo tutti.

Guardare con grande interesse (e un po ‘di ansia) Di nuovo a scuola Ci sono dirigenti scolastici che portano sulle spalle il peso di settembre.

un’ Tecnologia scolastica Il regista sta parlando Daniela KarimiPreside del liceo Nene Cassara di Palermo.

Torna a settembre: tra la distanza percorsa, le ore ridotte e le maschere: cosa ci aspettiamo?

Per tornare a settembre, dovremmo aspettarci il rispetto delle linee guida fornite da MI, niente di più. Sicuramente rispetti la distanza, i livelli non affollati e le maschere di movimento quando ti svegli dalla modalità permanente, a meno che non ci siano più indicatori e aggiornamenti.
Certamente per garantire la distanza Se il ministero non garantisce un aumento del numero di insegnanti necessari per suddividere in gruppi flessibili, sarà necessario ricorrere nuovamente al DAD, Ogni altro giorno. È un calcolo matematico: Se pubblichi la classe in gruppi flessibili, questo richiede il doppio del numero di insegnantiSupponendo che troverai righe aggiuntive. Personalmente, ho permesso loro di dividere la prima e la quinta elementare, ma ho bisogno di più insegnanti e questo dipende dal ministero.

Molti dirigenti scolastici hanno indicato con il dito l’eccessivo costo di famosi singoli uffici e comunque difficile raggiungere tutte le scuole entro settembre. conferma? Cosa ne pensi?

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

I singoli uffici saranno forniti dal Commissario straordinario per le emergenze, quindi tutti i giornali sono stati annunciati dal Ministero. Ho inviato personalmente una nota Pec perché voglio esserne sicuro, considerando che sto acquistando qualcos’altro.

Per esempio?

Disinfettanti, computer, lavagne digitali, lavapavimenti e vapore per sterilizzare locali o oggetti per installare rubinetti da bagno.

Quali sono gli interventi nella costruzione di scuole? Secondo te, sarai in grado di completare il lavoro in tempo?

I lavori di costruzione sono di competenza dell’autorità locale. Qui tocchiamo una nota dolorosa. Per anni, indipendentemente dallo stato di emergenza di Covid, le capitali sono state private di finanziamenti per le scuole a causa della “repressione” delle province. Ci dicono che il Ministero della Pubblica Istruzione ha ora dato loro soldi per questi interventi. Dubito che in così poco tempo, meno di un mese e mezzo, le autorità locali possano superare molti anni di inerzia e intervento. Noi, come scuole, assegniamo parte dei finanziamenti che il Ministero riceve per piccoli interventi di manutenzione ordinaria, ma certamente non abbiamo la capacità finanziaria di ripristinare completamente la salute, per esempio, o palestre, né sono responsabilità delle scuole.

Cosa ne pensi dell’idea dell’Autorità Nazionale Palestinese di confermare il comportamento anti-epidemico degli studenti nel condurre il voto?

L’idea dell’Autorità Palestinese è assolutamente compatibile con quella che viene chiamata “educazione civica”. Questa non è una teoria ma, soprattutto, “pratica”. Ai nostri figli, ai nostri allievi e ai nostri allievi, non è richiesto di essere cittadini di domani: oggi, anche alcuni adulti, e in ogni caso responsabili, sono in grado di esercitare i propri diritti e doveri. Oggi essere cittadino significa anche rispettare le regole anti-combattimento di Covid, quindi non capisco perché questo non possa essere fatto, infatti abbiamo l’obbligo di insegnarle a scuola. La sentenza differisce dall’incoerenza con altre misure contrastanti, ad esempio in Sicilia, il governo regionale ha ordinato che i trasporti non fossero limitati nel trasporto pubblico. Cosa lo rende quindi fuori dalla scuola? Ma i nostri figli sono maturi e sono in grado di notare anche questi contrasti.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Se il catering deve tornare ai livelli dei mesi precedenti, il Ministero preparerà effettivamente un piano di backup, con il ritorno dell’istruzione a distanza. Come sei andato a scuola l’anno scorso?

Il padre è un rimedio estremo, ma ha fatto molto bene. Dai un’occhiata ai risultati finali, ai risultati e alle competenze raggiunte. È stato eccezionale. Sfortunatamente, in questa triste situazione, i ragazzi hanno acquisito una maturità diversa, e forse più profonda.

Pensi, quindi, che DAD potrebbe essere una fonte per la scuola italiana?

Papà è una risorsa straordinaria per la scuola italiana, da sviluppare di nuovo e certamente non per le emergenze ma indipendentemente come metodo di apprendimento collaborativo e indipendente per alunni e insegnanti. Certamente non sostituisce l’insegnamento esistente, è banale continuare a ripeterlo, e lo pensiamo tutti.

A scuola, a settembre, lavoriamo su tre fronti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *