Le pensioni, la frenata dai controlli anticipati continua e l'età pensionabile scende a 61 anni

Le pensioni, la frenata dai controlli anticipati continua e l’età pensionabile scende a 61 anni

Dati Inps

Monitoraggio INPS nella prima metà del 2020: nei trattamenti per l’invecchiamento, le donne superano gli uomini di 18 punti

David Colombo

ANSA.

Monitoraggio INPS nella prima metà del 2020: nei trattamenti per l’invecchiamento, le donne superano gli uomini di 18 punti

2 ‘da leggere

Nei primi sei mesi dell’anno, le donne hanno regalato agli uomini un gap di 18 punti nella gara per ritirarsi, con una percentuale di nuove partenze che è durata da 96 a 114. Alla fine di giugno, in particolare, le nuove pensioni erano in pagamento 318.370, cosa Poco più della metà (55,4%) del totale delle nuove pensioni avviate dall’INPS nel 2019 (573.944).
Complessivamente sono state gestite 110.000 nuove pensioni di vecchiaia, cifra che comprende anche 34.379 nuove prestazioni sociali. Oltre ai prelievi maschili e femminili, vi è in particolare il maggiore afflusso di pensioni di vecchiaia e più comunemente utilizzato dai lavoratori che non sono in grado di ottenere la pensione a causa dei loro lavori spesso più frammentati. Guardando al fondo per i dipendenti più rilevante, il numero di pensioni di vecchiaia pagate, da gennaio a giugno, è stato di 34.823. Nello stesso periodo del 2019 c’erano 10.700. Il numero è più di tre volte. Per le pensioni delle donne l’aumento è più forte: dal 1765 al 17789; cinque volte. Non sono state ricevute notizie su nuovi importi pensionistici medi, in gran parte in linea con quelli del 2019. Gli anticipi, che sono il diritto dei lavoratori maschi con un lavoro forte e continuo, hanno oscillato intorno ai 1900 euro, più del doppio delle pensioni Quello vecchio, che si è fermato a 723 euro, è tagliato in media attraverso le indennità sociali, che pesano poco meno di un terzo di questo totale.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Frenatura di 100 porzioni
D’altra parte, il ritmo di anzianità / progressione era più lento, poiché si fermava a 97.671. Il rallentamento delle partenze anticipate si era già verificato nel primo trimestre, a conferma del forte calo delle richieste di “100 stake”, che fu l’afflusso di questo canale di uscita nel 2019, anno in cui il predecessore era 204.741. I dati INPS per i flussi pensionistici non sono cambiati in coordinamento con l’esperienza presentata nel trio 2019-2021 di “Quota 100” e altre flessibilità, come l’estensione Social Ape o “opzione femminile”, un’opzione che rende impossibile leggere sulla “bozza” di questi nuovi canali di output .

Con un’età pensionabile di 61 anni

L’età media all’inizio della nuova pensione di vecchiaia per un fondo pensione per i dipendenti era di 67 anni (requisito normale), mentre per gli anticipi era di 61 anni e 4 mesi (61 anni per le donne). Questa cifra è inferiore di un anno alla vita media del predecessore nel 2019 ed è quasi certa a causa del nuovo pensionamento anticipato associato alle crisi dell’azienda. Livello significativamente basso rispetto all’età media di pensionamento dei principali paesi europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *