I migranti sono emigrati a Lampedusa durante una visita a Lamorgue

I migranti sono emigrati a Lampedusa durante una visita a Lamorgue

Tensione a Lampedusa È alto perché gli sbarchi, una volta terminata la chiusura associata all’emergenza sanitaria, sono terminati senza sosta. “Il governo è complice dei trafficanti e mi assumo la responsabilità di ciò che dico, perché nulla è mai stato vietato. Gli sbarchi continuano.” Parole forti, conosciute come una vera lamentela, sono di Angela Maraventano, ex senatrice di Lampedusa, a capo di una protesta di fronte alla città dell’isola, dove si prevede che questa mattina si terrà il ministro degli Interni Luciana Lamorguez. Su uno striscione portato dallo stesso Maraventano, leggiamo la parola “Smugglers“. L’ex senatore, che anni fa era stato nominato pasionaria della Lega di Lampedusa, perché era stata la prima a unirsi al partito di Salvini aveva le idee chiare su ciò che stava accadendo non solo a Lampedusa ma in tutta la Sicilia.” Con l’arrivo del ministro questa mattina hanno trasportato tutti i migranti che erano al centro di accoglienza, a partire da ieri ce ne sono stati più di 700 – come ribadisce Marafentano al-Adnacronos -. Immediatamente deve essere chiuso PortsAltrimenti, questo governo è complice. Punto “La situazione è difficile in tutta la Sicilia, e i numeri con lo sbarco continuo sull’isola lo dimostrano.” Qui c’è una situazione difficile, a settembre non sappiamo dove andranno a scuola i bambini – afferma Maraventano. Oltre al crollo dell’economia. Non possiamo riunirci, ma queste persone continuano ad arrivare. “Continuano a occuparsi solo di questo fenomeno e sto aspettando risposte concrete”, ha dichiarato Luciana Lamorguez, che ha voluto essere apprezzata e ringraziata. Il ministro che ha visitato l’isola oggi ha affermato che “il governo presterà la massima attenzione a Mbidosa”. “Per il difficile e arduo impegno della provincia e delle forze di polizia nel contrassegnare le operazioni di salvataggio in mare, ricaricare, controllare e trasportare i migranti”. Tra le iniziative già prese dal governo, “c’è lo smaltimento delle barche usate e poi abbandonato dai migranti (dal 16 luglio 45 barche erano state distrutte; 97 altri detriti, quasi affondati o scaricati sul molo di Favarolo, furono trasportati in un magazzino in attesa di demolizione”.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Anche il sindaco di Lampedusa è preoccupato Totò Martello, Che ha partecipato ieri ai lavori della Conferenza regionale del Partito Democratico di Sicilia, intervenendo come relatore su uno dei tavoli tematici organizzati durante i due giorni di Eidoun. Martello ha attirato l’attenzione sul problema dello sbarco sull’isola di Lampedusa. “Sono necessarie iniziative forti e concrete sulla questione dei migranti e un’accoglienza ordinata e sicura per sostenere le comunità frontaliere esposte in primo piano su questo fronte. L’hotspot È pieno, con 700-800 persone al giorno. I nostri sbarchi sono aumentati notevolmente, abbiamo 16-17 al giorno. “Nel caso degli immigrati qualche giorno fa, Martilo è stato duro con il governo di Conte”. Per motivi di emergenza a Lampedusa, lo stato di emergenza che il governo doveva ancora riconoscere era un cittadino non riconosciuto. Ho chiamato Conte a Lampedusa, se ho scritto all’istituzione, è dovere dell’istituzione rispondermi e dirmi cosa ne pensi. Martilo concluse dicendo che il problema di Lampedusa è un problema legato all’Italia e all’Europa, quindi non capisco perché se avessi scritto al Primo Ministro che non aveva sentito la sua voce, sarebbe rimasto in silenzio.

Stefano CandianiL’ex segretario di casa e reggente in Sicilia, aumenta la dose. “Le dichiarazioni di annullamento dei decreti di sicurezza, che voleva Matteo Salvini, sono state sufficienti per tre volte gli atterraggi da duemila e 500 a quasi 7000, che hanno messo a rischio non solo la sicurezza, ma anche la salute dei cittadini in uno stato di completa emergenza. Corona virusPer quanto riguarda i test per contenere il virus, il proprietario del Ministero degli Interni ha affermato che “tutti i migranti che sono sbarcati a Lampedusa sono sottoposti a test sierologici”. A luglio, sono stati condotti 1.487 test sierologici sui migranti sull’isola.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *