"Ha allucinazioni, con qualunque scusa chiederà beneficenza all'Unione europea" - Libero Quotidiano

“Ha allucinazioni, con qualunque scusa chiederà beneficenza all’Unione europea” – Libero Quotidiano

Pietro Senaldi

Ci è stato detto che l’Europa odia i re e che anche se il governo del giallo e del verde cadesse, sarebbe meglio non tornare ai voti, perché Salvini avrebbe vinto e fatto pagare Bruxelles. Pertanto, il Trio Lescano formato da Renzi, Conte e Grillo un anno fa ci ha preparato questa maggioranza gialla e rossa, sostenendo che sarebbe stata un’assicurazione permanente, un ombrello che era sempre aperto a ospitarci dalle filiali dei partner dell’Unione europea. Di fronte al professor Giuseppe, tutti si sarebbero inseguiti, i tedeschi sarebbero diventati buoni, i generosi olandesi, i resilienti austriaci e il popolo scandinavo. AiutarmiIl nostro eroe Volturara Appula, abbiamo messo attorno una corte di eminenti statisti. In missione presso la Commissione abbiamo una coraggiosa gentilezza, un grido economico e uno spirito di combattimento invincibile. Al Parlamento europeo, un presidente con il marchio Pd, Sassoli, dopo decenni di lettura Tiggì ha imparato a parlare come Dio, il che è un peccato, come ai tempi di Mamma Rai, non sa mai se qualcuno dall’altra parte lo sta ascoltando.

Al momento non appare. Sul fronte interno, siamo venuti a prendere da Bruxelles, dove per alcuni degli organi legislativi di Pesulu che tutti hanno apprezzato, lo storico Piddino, l’eurodeputato Gualtieri, che ci ha promosso al Ministro dell’Economia, al punto che la creazione di conti italiani è così semplice Anche un bambino può gestirlo. Sulle ali che schieriamo, a sinistra sono il ministro del riciclaggio Amendola, per gli affari europei, Richelieu così esperto nella diplomazia che è stato in grado di convincere Renzi a non farlo tornare in Parlamento due anni fa; E a destra, la tromba, prima da Salvini e poi da Grillo, de Mayo, che impara l’inglese a nostre spese, viaggia per il mondo senza creare un ministro degli Esteri.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Obiettivo ambizioso
“Siamo una squadra molto forte” canterà Chico Zaloni, che rimane il migliore della partita. Molto armati, siamo andati alla conquista dell’Europa, per rompere i due college olandesi. L’obiettivo, davvero ambizioso, era di convincere i partner dell’Unione europea a prestarci novanta miliardi a tassi molto agevolati e di concederci altri ottanta per rimediare al danno che l’epidemia ha causato all’economia nazionale, e sta già ansimando. L’affermazione era quella di ricevere una montagna di denaro senza dover fornire spiegazioni su come usarlo e senza che nessuno ci chiedesse se per caso, abbiamo pensato di finire di buttare soldi in bagno dando uno stipendio a coloro che non lavoravano, o andare in pensione sei o prima delle sette Anni di persone vinciamo in contanti e offriamo trattamenti di benessere per chi è sano come un pesce e Mercedes in contanti che percepisce un assegno di disabilità come cieco. Sembra uno scherzo, ma va tutto bene. La cosa più comica e tragica è che il galuriano non voleva ingannarci. Erano davvero convinti che Teutonico, olandese, slavo e finlandese non avrebbero pensato che il primo ministro fosse un “cappello di paglia”, ma sarebbero rimasti incantati dai suoi capelli rinfrescanti e avrebbero aperto le sue borse e le natiche sul grido di “Fratello, siediti e servi il tuo pasto”. Sfortunatamente, mentre l’Europa ci considera più Con un po ‘di miseria, non ci tratta con lo stesso spirito che diamo il benvenuto agli immigrati clandestini e ci manda a sdraiarci. Tanto che persino il fiero e orgoglioso Professor Giuseppe ha dovuto rendersi conto che si è preso un pugno in faccia e che “la negoziazione è più difficile del previsto”.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Quindi non cresci
L’inconscio è il potere dei sognatori, ma anche il potere dei matti. Non è appropriato accertare se i nostri sovrani appartengano alla prima o alla seconda categoria, poiché qualunque sia la risposta, le speranze di salvezza per noi sono al centro dell’attenzione. L’unica arma che possiamo tenere è il ricatto. L’Europa non ci tratta come dieci anni fa con la Grecia. Ci ha permesso di bypassare tutti i parametri, ci ha preso in prestito come un matto e ha accettato, non rispettando le nostre leggi, di aiutare lo stato stantio, come gli altri tre miliardi sulla piattaforma di lancio, verso la spazzatura che useremo per estendere Il tormento di Alitalia. Il motivo è chiaro Dopo che la Gran Bretagna si è salutata, l’Unione europea non può perdere l’Italia, perché altrimenti non avrà alcun significato politico e strategico e morirà. Qui, quindi, mettiamo sempre i piedi, sicuri che mia mamma ci avvicinerà troppoLa paghetta non ci spingerà fuori di casa. Forse alla fine avremo ragione, ma non è così che cresciamo e risolviamo i nostri problemi.

Come il problema finirà in dettaglio non ancora noto. Certamente non va bene. D’altra parte, se gli italiani, che durante Covid hanno visto un aumento dei risparmi personali di $ 17 miliardi, anche la cifra in eccesso di $ 1.400 miliardi nei conti correnti, non si fidano dell’Italia, motivo per cui sono obbligati a emettere debito pubblico a tassi superiori a Partner dell’Unione Europea, perché i cittadini di altri paesi dovrebbero fidarsi di noi? Questi sono i puzzle che Conte non può risolvere. La sua mente vola troppo in alto E non si pone quelle domande banali che gli impediranno di cimentarsi in missioni impossibili e di affrontare sciocchi. Basterebbe guardarmi allo specchio e chiedere: ma presterò incondizionatamente 90 miliardi a qualcuno come me, inoltre a capo di un paese che non è disposto a curare nessuno dei suoi antenati e vanta il terzo debito pubblico nel mondo, ma lo aumenterà del 25%?

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Giuseppe ha vietato i licenziamenti per un anno e per un periodo di tempo, che voleva mantenere senza da otto a nove milioni di cittadini. Pertanto, richiede ai paesi stranieri di pagargli il conto in modo che possa continuare a governare senza ostacoli. Sta chiaramente soffrendo di allucinazioni. La scusa per supplicarlo è il danno causato dall’epidemia È un peccato che si sia vantata mesi fa di aver affrontato un servizio migliore di chiunque altro, al punto da essere l’esempio che il mondo intero ha imitato. In breve, è stato il migliore nel combattere il virus, ma afferma che altri, che ha affermato di aver sofferto di più, sono morti per aiutarci. Da neurodeliri. Oltre a ciò, oltre al governo, le infermiere dovrebbero anche derubare gli italiani che lo sostengono e credere che l’esercito del Brancalone ci avrebbe difeso in Europa meglio del centro-destra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *