Gancia, membro del Parlamento europeo all'università celebra l'accordo del fondo di recupero - La Stampa

Gancia, membro del Parlamento europeo all’università celebra l’accordo del fondo di recupero – La Stampa

“L’Italia ha svolto un ottimo lavoro diplomatico. Cosa diranno ora Matteo e Georgia National? ». Tono segmentale. Come l’invito a seguire: “Lascia che spieghino agli italiani dove otterranno i loro soldi”. Il commento, la sfida, non ci prende dal membro a cinque stelle, o dal Partito Democratico. Sono accurati dal sacco di Gianna Gansia, il membro del Parlamento europeo in campionato, che ieri ha fatto saltare in aria il tweet del personale Karuko sulla sedia. E forse dai Fratelli d’Italia.

Il problema è il fondo di recupero, riferito all’accordo conquistato duramente dal primo ministro Giuseppe Conte, che apparentemente ha trovato un nuovo e inaspettato ammiratore. Mentre Salvini aveva un’affermazione di una pillola in casa: non proprio una sorpresa, vista la produzione spesso squilibrata di Gancia. “Fin dall’inizio sono stato l’unico all’interno del partito Salvini (ex Lega) a sostenere con forza la necessità (insieme ad alcuni colleghi di Forza Italia) di un accordo ambizioso sul fondo di recupero”, ha dichiarato il parlamentare europeo, ex presidente della regione di Cuneo, consigliere regionale in Piemonte È sposato con il potente senatore Roberto Calderoli.

Il riferimento alla lega è simbolico, “quello che una volta era la lega”: in contrasto con la festa di Salvini, piuttosto che il chiarimento. Dimostrazione di nostalgia per l’ibernazione e, allo stesso tempo, posizioni notevolmente distanti dalla forza politica desiderata dall’attuale leader: ampia (da nord a sud), inclusiva, era precedentemente governo e ora in opposizione. Argomento che chiaramente non ti conosci. E non da ieri.

Tuttavia, i tweet dialettici, nell’eufemismo, non sono passati inosservati ai piani superiori della lega: “Come tutti i suoi predecessori, Gansia fa pensare a un centinaio di lei”, è il commento assoluto del tenente Salvini. Chiunque sottovaluti, ma se solo potessero, gioirebbero felicemente di ciò che è considerato problematico sotto tutti gli aspetti: «È nella lega ma è come se non lo fosse. Dai, quando è stata eletta membro del Parlamento europeo, non voleva unirsi al gruppo … ». Detto questo: nessuna risposta, nessuna eco. Password: vola e ignora. In attesa del prossimo Tweet.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *