Coronavirus Campania, 16 nuovi positivi su 2.112 tamponi

Covid data 19 oggi 23 luglio

Nel frattempo, l’unione di chirurghi e dentisti nella regione afferma di essere preoccupata per l’aumento dei casi: “Speriamo che vengano effettuati controlli rigorosi per rispettare le regole di controllo delle infezioni. Se le conseguenze per il sistema sanitario non cambiano immediatamente, l’economia regionale può essere disastrosa”.

Dei 2.112 strisci, 16 nuove infezioni positive con coronavirus sono state scoperte nelle ultime 24 ore in Campania. Questo è quanto ha annunciato l’Unità di crisi regionale.

Nel frattempo, il coordinamento regionale degli ordini per chirurghi e dentisti in Campania dirige l’allarme: “Siamo molto preoccupati per l’aumento delle infezioni che si verificano in Campania e speriamo che vengano implementati controlli rigorosi per rispettare le regole di controllo delle infezioni. Se non cambiamo immediatamente il corso, le conseguenze potrebbero essere per Il sistema sanitario e l’economia regionale sono disastrosi “.

Durante il giorno, il governatore della Campania pubblicizzare “Un nuovo decreto di chiusura del negozio è pronto, poiché non solo i dipendenti, ma i clienti, usano maschere protettive”.
Sempre oggi Tre giovani in vacanza lo scorso fine settimana a Capri sono stati positivi Al virus SK. Facevano parte di un gruppo di 8 giovani rumeni, quattro ragazzi e quattro ragazze, che alloggiavano in una casa per le vacanze. (Tutti gli aggiornamenti)

19:39 – Comitato di sicurezza: “Nessuna area di Napoli è così importante per Napoli”

Il comitato regionale per l’ordine pubblico e la sicurezza si riunisce oggi in provincia di Napoli. Nell’incontro presieduto dal governatore di Napoli, Marco Valentini, furono prese misure per prevenire l’infezione da Covid-19 al campo rom nella periferia esterna di Scampia e al campo di Cupa Perillo. “Da un sano punto di vista, una situazione è stata messa sotto controllo nel campo di Cuba di Pereo a Roma.” Presto, una nota recita: “Un programma tecnico si terrà nel governatorato, al fine di definire strategie praticabili per migliorare le condizioni di sicurezza sanitaria”. Alla presenza del comandante del comandante del porto, l’ispettore ammiraglio Pietro Giuseppe Vella e un rappresentante della regione Campania, il problema dell’aumento del flusso di passeggeri da e verso le isole del Golfo è stato affrontato concordando l’adozione di misure per garantire che le operazioni di imbarco e sbarco fossero effettuate in modo ordinato, in conformità con le norme contenenti l’infezione da Covid-19. Presto si terrà un programma nella contea con la Guardia Costiera, l’Autorità Portuale, la regione Campania, i sindaci e le ASL interessate, nonché i gestori delle spedizioni.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

17:54 – Ad Ischia, anche la sorella della donna tornata da Livigno è stata positiva

Il secondo membro della famiglia della donna, che è stato positivo ad Ischia venerdì scorso e ha scoperto di soffrire di coronavirus, è stato isolato per alcuni giorni. Questa è la sorella della donna che è stata trasferita a Cotogen venerdì sera, che ha confermato la sua positività attraverso il tampone e questo pomeriggio ha informato il direttore dell’ASL Napoli 2, esaminando il direttore dell’ospedale Rizzoli. In effetti, secondo quanto appreso, la donna che è stata positiva la scorsa settimana ha accusato i sintomi tipici di Covid19 dalla sua partenza da Livigno sull’isola, senza avvisare nessuno anche quando è passata al pronto soccorso dell’ospedale di Ischia.

17:30 – La Campania ha 16 nuovi positivi

Dei 2.112 strisci, 16 nuove infezioni positive con coronavirus sono state scoperte nelle ultime 24 ore in Campania. Sono stati registrati due casi sull’isola di Ischia (questi sono cittadini stranieri), due casi nella provincia di Napoli (Simitil e Gigliano) e due casi a Cassertano (Teano e Mondragón). La provincia più colpita è Salerno: tre casi nella capitale, tre a Ponticiano, due a Cava de Tirreni e altri due nel piccolo centro turistico di Pesciotta, dove il sindaco ha ripristinato il suo impegno a indossare maschere all’aperto. Nessuna nuova vittima – riferita al Bollettino CRU – due sono state recuperate.

14:35 – Napoli, contrabbandava alcolici e donò all’ospedale

Oggi più di 1.000 litri di alcol puro, sequestrati a luglio 2019 in una distillazione segreta dai soldati dell’unità di polizia economica e finanziaria, su richiesta della Guardia di Finanza di Napoli, certificata da Procura di Nola, sono stati donati alla farmacia centrale di un ospedale universitario Federico el Napoli. La consegna di alcol, avvenuta nel Policlinico a Napoli, è stata formalizzata durante un incontro tenutosi negli uffici della pubblica amministrazione. Oltre al valore materiale del grande spostamento – il Direttore Generale dell’Ospedale Universitario Federico II, Anna Ervolino, ha commentato con ringraziamento al leader dell’altro dipartimento delle imposte sui consumi e sui consumi Gennaro Parisi – Dovrebbero essere apprezzati la cooperazione e la sensibilità istituzionale con l’agenzia Nola e Guardia di Finanza. Ciò che è stato immesso sul mercato genererebbe profitti illegali per migliaia di euro “. La carenza nel mercato dell’alcole etilico aggravata dall’emergenza epidemiologica di Covid-19 – spiega Guardia di Finanza in una nota della stampa – ha motivato la nostra richiesta alla magistratura di donare il prodotto gratuitamente agli ospedali o alle strutture sanitarie della regione che lo ha richiesto, lo scopo che è stato raggiunto oggi con la consegna di materiale al Direttore medico Emilia Anna Vozilla, direttrice di una farmacia centrale, d. Vince Antonita “.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

12:49 – Sindaco Capri: “Non ci sono problemi critici sul campo”.

“Non ci sono prove di casi critici nella regione di Capri” e sull’isola “non ci sono casi positivi o focolai”. Lo ha affermato il sindaco di Capri, Marino Limbo, in relazione ai tre giovani turisti romani che sono stati trovati infettati dopo le macchie fatte a Roma che sono rimaste sull’isola blu durante il fine settimana in una casa di vacanza. Lembo informa di essere in contatto con l’autorità sanitaria, ASL Na1, alla quale il risultato è stato inviato dall’ASL a Roma, secondo i protocolli per tracciare i flussi di transito nei territori nazionali. Prima di ASL Na1. ”Nel frattempo, un turista è arrivato ad Anacapri da Dubai e ha raggiunto tre dei suoi amici in un isolamento controllato nel comune di Al Jazeera; è stato sottoposto a una macchia negativa.

12:25 – diffusione dell’infezione, dottori campani: “più controlli e sanzioni”

“Siamo molto preoccupati per l’aumento delle infezioni che si verificano in Campania e speriamo che vengano attuati controlli rigorosi nel rispetto delle regole di controllo delle infezioni. Se le conseguenze non cambiano immediatamente, le conseguenze per il sistema sanitario e l’economia regionale possono essere catastrofiche”. È un messaggio chiaro, che indica una nota, che proviene dal coordinamento regionale degli ordini per chirurghi e dentisti in Campania, dove i capi di tutti gli ordini provinciali richiedono una stretta supervisione e l’applicazione di sanzioni in casi ipotetici, in particolare guardando tutti i luoghi con la più grande collezione come negozi, ristoranti e bar.

11:28 – De Luca: “Indignazione generale per coloro che non usano le maschere”

Alla consegna del primo treno di “Rock” di Trenitalia, Vincenzo de Lucca assegna quasi la metà del suo intervento all’antimaschera Covid-19 e i rischi del recupero “epidemico”. EAV e altri vettori regionali hanno dichiarato: il presidente campanese dovrebbe seguire l’esempio di Trenitalia, bloccando i veicoli in cui ci sono passeggeri senza maschera. Dobbiamo dirigerli verso la rabbia pubblica – ha aggiunto Di Lucca – che sono contadini incivili che mettono in pericolo la salute degli altri. Se il governo è, come è corretto, aperto al movimento tra le regioni, allora dobbiamo prevedere un comportamento responsabile da parte dei cittadini. Altrimenti, torneremo all’infezione a settembre “.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

11:24 – De Luca: “Chiudi i negozi che non usano maschere”

“Esiste un nuovo decreto pronto a chiudere i negozi in cui non solo i dipendenti, ma i clienti, usano anche maschere protettive”. “Il presidente della regione Campania, Vincenzo de Luca, ha detto ai giornalisti. “Non sono preoccupato, sono molto preoccupato – a settembre, con la ripresa delle scuole, c’è il rischio che l’infezione venga ripristinata e quindi tutto deve essere chiuso”, ha aggiunto Di Luca.

9:46 – Positivo di tre giovani rumeni in vacanza a Capri

E fu stabilito che tre giovani uomini che erano in vacanza lo scorso fine settimana nell’isola di Capri erano infettati dal coronavirus positivo. Facevano parte di un gruppo di 8 giovani romani (quattro maschi e quattro femmine) che vivevano in una casa per le vacanze. Ciò è appreso dalle fonti di ASL Napoli 1. Un’indagine epidemiologica è stata avviata immediatamente dal personale ASL in servizio sull’isola per tenere traccia dei movimenti e identificare eventuali contatti stretti. Ha appreso che sono state fatte delle sbavature a Roma quando i ragazzi sono tornati perché uno dei turisti aveva la febbre. Fu fatto un tentativo di ricostruire il viaggio di una ragazza del gruppo che, prima di raggiungere Capri, era probabilmente in un’altra località balneare della Campania; Sono inoltre in corso lavori per accertare se i ragazzi abbiano effettivamente raggiunto l’isola durante la fase di infortunio.

7:29 – In Campania 19 nuove infezioni e nessun decesso

Diciannove positivi in ​​Campania su 2.065 strisci, una persona non è morta e guarita: questi sono i dati nel volantino di oggi per l’Unità di crisi regionale per l’implementazione e la gestione delle misure di prevenzione delle emergenze epidemiche da Covid 19. Il totale era positivo 4.858 persone mentre il numero totale era Per sbavature 316.191.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *