Coronavirus Toscana, un'idea russa: test e scansioni nella vita notturna

Coronavirus Toscana, un’idea russa: test e scansioni nella vita notturna

Hostess per le strade della vita notturna di Firenze (New Press Photo)

Firenze, 20 luglio 2020 – Una Campagna di screening E tappi di cotone in alcuni punti Trasferimento Per contrastare la ripresa dell’infezione da Corona virus.

È la proposta del presidente della regione Toscana Enrico Rossi. Il caso della Spagna, in particolare della costa catalana, chiarisce una nota, ma anche gli ultimi casi in Italia, dimostreranno una forte relazione tra nuovi focolai e vita notturna – dove le distanze e le precauzioni sono difficili da applicare – riducendo l’aspettativa di vita positiva.

“L’idea – sottolinea Rossi – è quella di lanciare una campagna per esaminare gli strisci molecolari e molecolari, su un campione e su base volontaria, in luoghi in cui la vita notturna è più pertinente”, e dato il periodo estivo, in particolare in riva al mare e nelle città d’arte locali.

“È una proposta molto corretta che viene dal professor Andrea Crisante – conclude Rossi -. Mi sembra che ci sia un buon modo per continuare a monitorare la diffusione del virus e prevenire lo sviluppo di un nuovo focolaio fuori controllo”.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *