Coronavirus, Speranza ricorda che le chiusure sono sempre dietro l'angolo

Coronavirus, Speranza ricorda che le chiusure sono sempre dietro l’angolo

Sfortunatamente, non esiste alcun rischio zeroHa detto il ministro della sanità Roberto Speranza Sulla possibilità Nuova chiusura. Parlando del TG5, un politico DEM ha espresso la sua lode per il comportamento corretto degli italiani, ma ha aggiunto che il rischio di una nuova chiusura è sempre presente.

Oggi, lunedì 20 luglio, sono arrivate molte buone notizie sul vaccino contro il coronavirus (incluso il vaccino di Oxford), ma l’OMS ha dichiarato che per la diffusione generale del vaccino sarà necessario attendere fino alla metà del 2021. Fino ad allora sarà necessario il lavoro. con cautela.

Spero: “Italiani insoliti, mantieni questa traccia”.

Gli italiani in questi mesi sono stati straordinari Comportamento molto corretto: Dobbiamo andare da questa parteLo ha detto il ministro durante un’intervista televisiva.

Lo stato dell’epidemia italiana è costantemente soggetto all’attenzione dell’autorità, dato che il nostro paese era in cima al mondo per l’infezione da COVID-19. Quindi ha aggiunto la speranza, Il rischio di creare nuove aree rosse continua.

Se ci rendiamo conto che sono necessari interventi più difficili in alcune aree, lo faremo senza esitazioneSpiegazione Speranza, può indicare una differenza con la non interferenza dalla prima ora.

Fase 3, tornare a scuola è essenziale

Il ministro ha quindi rivolto la sua attenzione alla scuola, che è stata identificata come un “punto chiave” per una riapertura sicura. Chi è questo Torna alla lezione delle ragazze

E gli uomini
Uno dei temi caldi è stato che il governo è stato molto criticato dall’opposizione.

Ministro della pubblica istruzione Lucia Azulina È stato ripetuto che saremmo tornati a scuola su 14 settembre, Ma ancora dubbi sulle modalità.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Quindi la speranza è passata al discorso Vaccini. Le ultime notizie sono incoraggianti, ma ora è chiaro che non saranno discusse fino alla metà del 2021. Pertanto, il vaccino antinfluenzale di quest’anno sarà “più importante, perché i sintomi sono sintomi COVID e dobbiamo lanciare un’altra campagna e spiegare che Speranza è” più forte “per l’immunizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *