Coronavirus, lavorando con la febbre: positivo. Il bagno di Ostia è chiuso

Coronavirus, lavorando con la febbre: positivo. Il bagno di Ostia è chiuso

Ostia, nuotatori in mare (Ansa)

Ostia, 18 luglio 2020 – per i giorni sono Andò a lavorare con la febbre Nel bagno dentro Ostia. Poi si è scoperto che era positivo per il virus Coruna e si è concluso ieri a Spalanzani. Ora la struttura è stata chiusa alla costa romana, per consentire tutti i controlli. L’uomo ferito Un cittadino del Bangladesh.
Consigliere sanitario nella regione Lazio Alessio Damato “Ha detto che ha avuto la febbre dal 14 luglio Dolore muscolare già dal 12 luglio“Tuttavia”, ha lavorato presso la struttura fino al 16 luglio. “Quindi l’appello, ispirato dal buon senso:” Queste circostanze le considero pericolose e chiediamo Massima responsabilità. Con febbre e sintomi, dovresti rimanere a casa e chiamare il medico. Non è possibile vagare o lavorare. Comprendo le esigenze del lavoro e di continuare le nostre attività, ma il rischio è molto elevato per la società “.

Indagine epidemiologica

Nel frattempo, l’ASL ha già avviato un’indagine epidemiologica, iniziando con il personale della struttura e stretti contatti dell’uomo isolato. L’infezione può provenire da un compagno di stanza, sempre dal bengalese, che è andato a Milano: sono iniziate le procedure per rintracciare i contatti nazionali.
Si dice che l’uomo lavori in un bar ristorante nell’edificio e lavori in cucina. Quindi non avrà contatti con i clienti. Ma la paura si diffuse sulla costa romana. Casi simili si sono verificati anche qualche tempo fa Due camere FiumicinoUn altro sito sulla costa tuttaviaTieni traccia delle attività Sono riuscito a individuare gli anelli.

Neela Bangla Private

La comunità bengalese è sempre stata sotto osservazione speciale a Roma e nel Lazio. Molti casi di infezioni da importazione, soprattutto prima che i voli si fermassero da quel paese. La regione Lazio ha sviluppato tamponi per tappeti, finora sono stati realizzati oltre seimila pezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *