Uccidi copia, capace di intenzione di desiderio - ultima ora

Compleanno di Matarella, applausi politici e prosperità sociale – politica

“Grazia”, ​​”gentilezza”, “umanità” e soprattutto “delegazione”. Sergio Mattarella è stato confermato come il politico più apprezzato e gli italiani gli danno credito – tramite i social media – per il suo compleanno. 79 anni del presidente della Repubblica, che si avvicina alla fase finale di un periodo di sette anni, scelto per vivere in armonia con la sua personalità: non c’è parola al suo posto, saggezza nei rapporti con le parti e attenzione attenta a non invadere gli spazi di altri poteri costituzionali, a partire da un sacro rispetto per l’indipendenza del Parlamento. Invece, Mattarella ha cercato di avvicinare le persone alle istituzioni, anche con forti opzioni simboliche come l’apertura al pubblico in Quirinale e Castelporziano per attività sociali. Tutto ciò con costante ma discreta attività di ado, guida morale e direzione che lo hanno affiancato a una rete di relazioni interpersonali vista all’estero come un leader affidabile dell’Italia in una tempesta. In effetti, un capo di governo è una fase politica complessa che è riuscita a formare due governi completamente contrari alle figure parlamentari emerse dalle elezioni del marzo 2018.

Raramente c’è stata una “conservazione” così alta e permanente della soddisfazione personale. Forse più di cinque anni dopo, nel Quirinale, un capo di stato non è stato in grado di vincere unanime applauso dalle forze politiche. Un folto gruppo di auguri da tutte le parti che hanno riconosciuto il ruolo di leader di questo “presidente giurista” che, come ha fatto Georgia Meloni, conferma il suo lavoro unificato per il Paese: “Non è stato un momento tale che gli italiani avevano bisogno di te per sentirti parte della comunità nazionale e che le istituzioni fossero dalla tua parte. La Repubblica, Sergio Mattarella, che è il suo più alto rappresentante, augura a tutti un buon Natale da parte mia e dei Fratelli d’Italia ”, ha scritto il leader di FdI. O lo ringrazio, come ha sottolineato Mara Carfania, per il suo “instancabile lavoro di protezione dell’unità nazionale e dei principi delineati nella nostra costituzione”.
La politica finora. Invece, il riavvicinamento dei cittadini – in effetti insolito per un’istituzione come il Quirinale in passato – era troppo alto dal ventre del paese – sui social network, da Twitter a Facebook. buon compleanno. Un sacco di post con video che riproducono il famoso presidente “in onda” con Matarella in difficoltà che parla, con il suo blocco completo, con il suo portavoce per ricordargli che anche lui non poteva andare dal barbiere. Questo è “Giovanni”, che è diventato uno slogan sui social media e sulla vicinanza della presidenza al paese. E quel giorno fu riproposto con innumerevoli “meme”. Mattarella è sempre ringraziato sui social media: “Grazie alle città e ai cittadini che hanno voluto esprimere i miei auguri di Natale attraverso i social network”, ha scritto la sera sull’account Twitter del Quirinale.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Clonazione riservata © Copyright ANSA