Bologna, viene multata per aver mostrato un film porno in piazza, quindi lancia una campagna di raccolta fondi per pagarlo

Bologna, viene multata per aver mostrato un film porno in piazza, quindi lancia una campagna di raccolta fondi per pagarlo

Un’idea apprezzata da alcuni dei partecipanti – “Sono andato in campo qualche giorno fa e mi sono detto: puoi immaginare come sarebbe quando guardi il porno su questo documento?” Dai detti agli atti: così Carlo Ferretti ha deciso di fare 15 minuti di esibizione “dura” per coloro che sono rimasti dopo il festival estivo “sotto le stelle del cinema”. La “non programmata” f è stata particolarmente apprezzata da alcuni anziani, che lo avrebbero complimentato secondo Ferretti.

Cinema “Red Light” – In un’intervista all’emittente Ètv, si autodefinì “Goliarda”, ma ammise che non avrebbe ripetuto il trucco allo stesso modo. Tuttavia, il giovane voleva fare una provocazione: “Dato che il bel rapporto è scritto che ho interpretato il film d’acciaio senza permesso, sarebbe bene sapere se si potesse richiedere il mandato di un comune per creare un cinema porno alle tre del mattino”.

Reazione sociale – La raccolta di donazioni da parte del ragazzo, che lo battezzò in nome del “prezzo della gloria”, superò le stime di 5.000 euro in poche ore grazie a una singola donazione di 600 euro. Oltre agli spettacoli, molti volevano lasciare i loro commenti sulla storia: “La prossima volta raccontaci”, scrive Valentina, “Noble for Wonderful Idea”, commenta Alicia, mentre per Niccolo, Ferretti è un “eroe nazionale”. C’erano anche quelli a cui sarebbe piaciuto contribuire di più, ma il portafoglio non gli ha permesso: “Ti avrei inviato qualcosa di più, ma avrei fatturato”. Ora aspettiamo il sequel “di ridicolizzare l’utente.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *