Autostrade, chi vince e chi perde l'affare? L'ignoto in tempi, denaro e partner

Autostrade, chi vince e chi perde l’affare? L’ignoto in tempi, denaro e partner

la famiglia Benetton Davvero fuori autostrade??? Riceverai i soldi e quanto di questo processo? Quando è il percorso che porterà a una modifica della proprietà Autostrade per l’ItaliaNuova società controllata dal pubblico? In breve, ha vinto il governo o un’autostrada? E se il governo vince la serie che ha prevalso, dato che c’erano almeno tre all’interno: il più difficile di loro M5S, Il più morbido S E la sua mediazione Primo Ministro Giuseppe Conte??? Per ascoltare le dichiarazioni di ieri sera e ieri, sembra che questo sia già stato fatto e tutti si dichiarino vincitori. Ma nel sofisticato algoritmo che trasformerà Autostrade in una nuova società di controller pubblici Mancano alcuni datiAltri rimangono così incerti che non può ancora esprimere un giudizio finale e dettagliato. Ma alcuni punti sono chiari.

Il ruolo di Benetton

Benetton è fuori, ci ha fatto dire un movimento a 5 stelle Luigi de Mayo. Per raggiungere questo obiettivo, la partecipazione della famiglia nella nuova società Autostrade deve scendere dall’88% di oggi a meno del 10%, una soglia dopo la quale non si ha diritto a una posizione nel Consiglio di amministrazione. Al momento, ovviamente, non lo è. Nemmeno un semplice ingresso Cassa depositi e prestiti Sarà sufficiente da solo per raggiungere l’obiettivo. Nuovo servizio di ingresso privato per indebolire ulteriormente la quota familiare. Negli ultimi giorni sono stati condotti numerosi sondaggi e nessuno di questi è arrivato. Ma l’impegno di Cdp, che funge da catalizzatore per i nuovi investitori, dovrebbe consentire di ottenere il risultato.

I tempi dell’operazione

Durante il gabinetto Il proprietario dell’economia, Roberto Gualtieri Ha detto che ci vorranno tra sei e un anno per chiudere il gioco. Può essere? L’obiettivo del governo, non dichiarato pubblicamente perché è senza dubbio ambizioso, è raggiungere Nuovo Aspi quotato in borsa Prima della fine dell’anno. Attualmente, l’unica certezza è la data di partenza, non la data di arrivo. Il primo passo, con il consiglio di amministrazione della holding Atlantia, deve arrivare entro il 27 luglio. Questo per garantire che all’apertura del nuovo ponte a Genova, previsto per l’inizio di agosto, due anni dopo il crollo di Morandi, almeno il percorso iniziò.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)
prezzo di vendita

Manca il riferimento più importante per determinare il lato da cui pende l’ago della bilancia. Finora, il prezzo al quale le azioni della nuova società controllate dal pubblico non saranno immesse sul mercato. Non è possibile farlo perché è innanzitutto necessario effettuare una revisione formale della concessione che determina formalmente i tassi e consente quindi di calcolare il ritorno sugli investimenti. Il valore di Autostrade al momento è un rimprovero, dovuto anche alle forti fluttuazioni del titolo negli ultimi giorni. Le stime vanno da 5 a 10 miliardi. L’utile netto di Benetton può oscillare tra 3 e 6 miliardi di euro. Ma, in realtà, tutto dipende da questo numero che non c’era ancora.

Il peso della religione

Per questa cifra dobbiamo aggiungere il debito della società, che attualmente è vicino a 10 miliardi di euro. Finirà inevitabilmente sulle spalle della nuova società e quindi dei nuovi membri. Inoltre, due di questi miliardi di debiti sono dovuti alla Cassa depositi e prestiti, che diventerà membro del debitore a seguito dell’effettiva neutralizzazione. Il nodo politico, proprio quello. Impedire che il processo appaia come una caratteristica della famiglia Benetton. Per questo motivo, l’aumento di capitale che comporterà l’impegno della nuova società: non distribuire utili per almeno due anni. Un modo per trasformare nuove risorse in investimenti. Ma anche per impedire alla famiglia Benetton, con il suo capitale residuo, di ottenere di più da questa partecipazione. Tuttavia, il risultato rende gli investimenti per i nuovi membri meno interessanti. Con tutti i rischi coinvolti per il successo del processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *