Autostrada, Benettons esce dalla capitale

Autostrada, Benettons esce dalla capitale

Un vertice politico sta saltando e viene aggiunto un incontro ristretto, con il Primo Ministro Roberto Gualtieri e Paulo de Micheli, un corso fluviale notturno e una nuova proposta per l’autostrada nella regione Cesarini. Il governo della XXI notte del governo di Conte 2 ha fatto più che una sorpresa: dopo tensioni e soliti sospetti, c’è una modernità significativa che potrebbe segnare una svolta due anni dopo il crollo del ponte Morandi.

Dopo una giornata di comunicazione continua con il Ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, il nuovo documento presentato da Autostrade riduce le distanze rispetto alle richieste del governo. Esiste un’ipotesi per ulteriori riduzioni delle tasse, un aumento delle compensazioni e viene discussa una compensazione per qualsiasi responsabilità del Ministero dei trasporti per non aver controllato il Ponte Morandi. Tutti i capitoli in cui si sono svolti i negoziati sono stretti e persino difficili durante la notte. Ma la vera sostanza politica della proposta è un’ulteriore riduzione del peso della famiglia Benetton sulla proprietà. Come faccio?

Lo strumento tecnico non entrerà soltanto nella Cassa depositi E altri prestiti e partner di Atlantia, la holding che controlla Autostrade. Tuttavia, Autostrade è separata dalla holding e la sua successiva quotazione è nella stessa società. A quel tempo, con un’ampia base di azionisti, la premessa di aumentarla al 50% poteva portare nuovi membri, riducendo il peso della famiglia Benetton. Si tratta di un processo di annullamento alternativo, che avrà il vantaggio di garantire la continuità operativa evitando il rischio che la concessione temporanea passi ad Anas.

Ovviamente, come ha ammesso lo stesso Gualtieri, lo è Una traccia non può essere chiusa in poche settimane. Ci vorranno almeno sei mesi, forse un anno. Questo è esattamente il punto che non convince il movimento a 5 stelle e lascia il Primo Ministro Giuseppe Conte in perdita. Soprattutto che tra meno di un mese, il nuovo ponte è programmato per l’apertura a Genova e sarà difficile per il Primo Ministro presentarsi in questa data senza effettivamente ottenere un risultato e solo con la promessa di un percorso ancora pieno di curve.

READ  Allerta rapida, quando finisce? Oggi il punto rosso è in 10 città (poi arrivano i temporali)

Ecco perché Conte, prima dell’inizio dell’incontro, menteper me Con Gualtieri, ha annunciato che voleva insistere per revocare il franchise, non potevamo più schivare. Ma la strada sembra complicata. Anche nominare un commissario per sovrintendere alla transizione non è un processo semplice. In effetti, c’è anche un nome per questa sedia, l’ex CEO di Terna Luigi Ferraris. Tuttavia, questo metodo è, per quanto possibile, rischioso per il rischio di ricorsi che potrebbe comportare. La mediazione di Gualtieri potrebbe essere ancora l’unico modo per non dividere la maggioranza.

Se una grande uscita dalla famiglia Benetton accade rapidamente L’autostrade può finalmente soddisfare l’M5S in quanto sarà fuori controllo senza la soglia strategica del 10% e non sarà sul tabellone. Per questo motivo, durante l’incontro ristretto tra Conte, Gualtieri e de Michelie, poi nella sessione plenaria, si sono svolte discussioni su come stringere i tempi del processo con un accordo che prevenga abusi e ritardi. Con l’uscita dall’apparentemente in rotta verso Benetton.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *